Massoneria Fabriano - Massoneria Marche

LA MASSONERIA

UNA STORIA DI UOMINI E DI IDEE

Ripercorrendo la storia della Farmacia Mazzolini Giuseppucci, non si può non aprire una parentesi sulla Massoneria, filo conduttore che lega i due protagonisti principali: Adolfo Ricci ed Ermogaste Mazzolini.

Adolfo Ricci espresse il suo impegno politico e i suoi ideali civili anche attraverso la militanza in società segrete, quali forse la Carboneria e certamente la Massoneria, a cui fu affiliato per tutta la vita.

La Massoneria all’epoca in Italia spesso raccoglieva e metteva in contatto intellettuali, uomini di scienza e personalità politicamente attive e di fede mazziniana, unitaria e repubblicana, caratteristiche che accomunano molti degli scienziati ritratti e celebrati nella Farmacia Mazzolini.
Ricci venne in contatto con questa realtà già quando era un giovane studente dell’Accademia di Belle Arti di Perugia, dove molti dei suoi compagni erano massoni. Dopo l’Unità d’Italia le consociazioni repubblicane ufficiali furono sciolte e i loro membri furono invitati ad “entrare a far parte delle Logge Massoniche, nelle quali il segreto è rispettato e che difficilmente potranno venire sciolte dal Governo” (così si legge nella lettera informativa scritta dal Prefetto della Provincia di Roma al Questore nel dicembre del 1874); forse anche Ricci seguì questo percorso.

Il suo primo biografo, Pietro Castagnari, lo indica tra i fondatori della loggia popolare romana “Spartaco” nel 1882, ed è certo che approdato a Fabriano entrò attivamente nella loggia “Gentile da Fabriano”, alla quale aderiva anche Ermogaste Mazzolini.

Eloquente è l’elogio funebre dei suoi fratelli massoni:

«I Massoni fabrianesi sono invitati a intervenire all’accompagnamento funebre del carissimo fratello
PROF. ADOLFO RICCI
che di libertà, fratellanza ed eguaglianza è stato antico e tenace propugnatore. Egli è morto vagheggiando gli stessi ideali che gli sorridevano a quindici anni, quando prendeva parte alla campagna di Roma del 1849: egli non è mai, né per lusinghe né per avversità, venuto meno agli alti principi della Massoneria.
La Sua memoria sia onorata e imitata!

Fabriano, 6 febbraio 1904».

Secondo un’ipotesi da approfondire, è possibile che proprio all’interno della Farmacia Mazzolini avvenissero riunioni segrete: l’architettura del locale, col maestoso arco divisorio tra i due ambienti, il bancone intagliato posto al di sotto che ricorda un altare e la presenza di sei sgabelli, è tipica di un tempio massonico.

1896 SCIENZA E NATURA
MUSEO FARMACIA MAZZOLINI GIUSEPPUCCI
COSMESI E PRODOTTI NATURALI

Corso della Repubblica, 33A
60044 Fabriano (AN) - Italy
T. +39 0732 629859 / +39 0732 627081
info@1896.it